• Centro Medico Vertebrale
  • Centro Medico Vertebrale
foto_genova

Mobilizzazione Passiva e Attiva

Obiettivo principale della rieducazione è superare l’impotenza funzionale dovuta alla prolungata immobilizzazione. L'articolazione colpita si presenta rigida, debole e la sua mobilità è molto ridotta. È fondamentale che il paziente non si demoralizzi, in quanto condizionato da un’immobilizzazione che alle volte si trascina per molto tempo, in quanto la motivazione è un fattore fondamentale per la riuscita del trattamento riabilitativo che prevede una partecipazione attiva del paziente.

Le ripercussioni sulle attività normalmente svolte dal paziente da parte delle limitazioni che esso presenta dipendono da vari fattori: dominanza (in caso di frattura “monolaterale” i problemi variano a seconda che sia stato colpito l’arto dominante o meno), stile di vita, evoluzione del trattamento riabilitativo, eventuale insorgenza di complicanze, ecc..

Non esiste un trattamento riabilitativo standard per queste patologie, ma esso va adattato al trattamento ortopedico precedentemente messo in atto e alle necessità del paziente.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per i servizi in linea.